La sezione tecnica di Nailpro:
metodologie di lavoro, patologie dell’unghia, zoom sui nuovi prodotti.

UV Gel

UV Gel

Resistenza, lucentezza, possibilità di lavorare il materiale per un tempo pressoché illimitato, fino all'asciugatura sotto la lampada UV: 

qualità che fanno dell'UV gel un metodo molto diffuso ed apprezzato, soprattutto da chi muove i primi passi nel mondo della ricostruzione. La tecnica di lavorazione UV gel può essere impiegata su unghie normali, sensibili, sottili, sfaldabili o problematiche.

Grazie alla ricerca e allo sviluppo continui sui materiali utilizzati per la ricostruzione in gel, è stato raggiunto un elevato standard di qualità, lavorabilità e durevolezza dei prodotti.
L'asciugatura del materiale lavorato sull'unghia (polimerizzazione) non avviene, come nel metodo powder-liquid, per mezzo del contatto con l'aria, ma con l'impiego di una speciale lampada fluorescente tubolare a raggi UVA, diretti in una specifica gamma di lunghezze d'onda.

I monomeri e i fotoiniziatori contenuti nei prodotti formano così un legame indissolubile.
È importante utilizzare lampade UV ad alta intensità, poiché più intensa è la luce diffusa dall'apparecchio, più forte e resistente risulta il materiale trattato.
Una tenuta di luce adeguatamente elevata è fondamentale per garantire la buona riuscita della polimerizzazione e, quindi, per creare unghie artificiali robuste ed elastiche.

Evoluzione degli UV Gel

Esistono oggi sul mercato molteplici prodotti per il metodo UV gel, che si differenziano fra loro per materie prime contenute, qualità specifiche, viscosità e tecniche di lavorazione.
Esistono metodi di lavorazione che prevedono 1, 2 o 3 fasi (gel mono, b, o trifasici).
Per realizzare un risultato ottimale è indispensabile seguire con attenzione le istruzioni d'uso indicate dalla casa produttrice, e non mescolare fra loro prodotti diversi.
Anche prestando la massima cura all'utilizzo dei prodotti e al metodo di lavorazione, alcuni errori, specie fra i principianti, sono piuttosto diffusi.
I cosiddetti lifting (formazione di bolle d'aria e mancanza d'aderenza all'unghia, quindi, distaccamento del gel) possono verificarsi se le cuticole non sono state perfettamente rimosse dal corpo dell'unghia, o se il materiale è stato modellato anche sulle estremità della zona cuticolare. Esso può non aderire perfettamente, sollevandosi e provocando il distaccamento dei bordi. Il lifting può inoltre verificarsi se i bordi modellati sono troppo spessi o se il materiale lavorato sul corpo dell'unghia è al contrario troppo sottile, e se eventuali residui grassi non sono stati perfettamente rimossi dal corpo dell'unghia e dal lato inferiore della parte libera.
È fondamentale che la parte libera dell'unghia sia interamente ricoperta dal materiale di lavorazione, quindi, che il gel venga steso sull'intera superficie superiore ed inferiore.
Se così non è, può verificarsi la mancanza d'aderenza all'unghia naturale e la scheggiatura della stessa.
È generalmente corretto affermare che eventuali problemi di resistenza e durata non siano dovuti ai prodotti scelti, ma a come li si utilizza.

Un breve corso di formazione non è certo sufficiente per trasformarsi in esperti naildesigner.
Quindi, dopo aver frequentato un seminario di base, è indispensabile un esercizio assiduo e costante (attenzione: non sui clienti ma su modelle!).
Alcune aziende propongono una giornata d'esame al termine della quale viene rilasciato un attestato di partecipazione: un'utile opportunità per qualificare il proprio mestiere. Investire subito per acquisire conoscenze e competenze significa evitare in seguito errori che si commetterebbero per semplice ignoranza, e conquistare una clientela fiduciosa e felice.

Ileana Schnell

Step by Step

La procedura descrive, prendendo ad esempio la tecnica di refill, come eseguire una ricostruzione con il metodo UV gel.
Un nuovo set di unghie con gel si differenzia dal refill perché nel primo caso non si deve rimuovere alcun materiale precedentemente lavorato, ma si opacizza direttamente l'unghia naturale e si asportano gli eventuali residui grassi.

1

UV Gel 1a  UV Gel 1b

Applicare il prodotto sciogli cuticole, lasciare agire per qualche istante, quindi rimuovere delicatamente le cuticole dall'unghia con lo spingipelle o la fresa metallica.

2

UV Gel 2

Eliminare delicatamente il materiale presente sulla superficie dell'unghia con l'apposita fresa metallica.
È indispensabile che la curva a C cresciuta venga asportata, e che vengano rimossi gli spigoli formatisi sul solco periungueale e sui bordi, come anche eventuali bolle d'aria.
Per evitare successivi distaccamenti, sgrassare con la fresa anche la parte libera dell'unghia inferiore.
Per proteggere l'unghia naturale e non aggredirla inutilmente, lasciare un sottile strato di materiale sulla sua superficie.

3

UV Gel 3

Limare le unghie in maniera uniforme, definendone la lunghezza e la forma.

4

UV Gel 4a

UV Gel 4b

Eliminare accuratamente la polvere prodotta dalle frese e dalla lima con uno spazzolino per unghie, e stendere il mediatore di aderenza (primer) sull'unghia naturale.
Esso rappresenta la base per il gel di aderenza (bonding gel).

5

UV Gel 5

Stendere un sottile strato di gel di aderenza sull'intera superficie dell'unghia, e lasciare asciugare.

6

UV Gel 6

Comincia ora la fase di scultura vera e propria.
Stendere innanzitutto un sottile strato del gel di scultura (sculpting gel) prescelto, non fare asciugare.
Posare quindi sul dorso dell'unghia una dose di gel sotto forma di goccia, e modellarlo con il pennello verso le estremità.
È importante non immergere il pennello nel gel facendo pressione, ma mantenere la punta in superficie e lavorare il materiale con cautela.
Definire la curva a C secondo la lunghezza e la forma dell'unghia.
Per evitare possibili distaccamenti, ricoprire accuratamente con il gel anche la parte libera dell'unghia.

7

UV Gel 7a  UV Gel 7b

Catalizzare il gel sotto la lampada UV.
Con la lima modellare la forma dell'unghia e rimuovere il gel in eccesso, in particolare dai bordi e dalla parte libera.
Conferire all'unghia una forma regolare dalla curvatura armonica, e osservare che il gel sia steso in maniera uniforme e non vi siano rilievi sui bordi.

8

UV Gel 8a

Prima di concludere con la fase di sigillatura, rimuovere con una fresa i residui di gel in eccesso dalla zona cuticolare, specialmente alla radice dell'unghia, e spingere delicatamente le cuticole.

UV Gel 8b

Applicare quindi il gel lucidante (gloss gel) il più possibile vicino alle cuticole, senza però toccarle.

UV Gel 8c

Infine, catalizzare il gel lucidante sotto la lampada UV e completare il trattamento con un olio specifico per cuticole.

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO