La sezione tecnica di Nailpro:
metodologie di lavoro, patologie dell’unghia, zoom sui nuovi prodotti.

Tips o Forme?

Tips o Forme?

Tips o forme. Spesso è questa la domanda che ci si pone prima di procedere all'allungamento delle unghie naturali. 

Non è possibile dare una risposta generica, perché ci sono clienti per cui le tips sono la soluzione giusta e altre per le quali è meglio utilizzare le forme.
La verità è che entrambi i metodi hanno i loro pro e contro.

Che cos'è più resistente, un allungamento delle unghie naturali con tips o con forme?
Non è facile rispondere in generale, in quanto la scelta dell'allungamento con tips o con forme dipende da vari fattori.
Pertanto, prima di iniziare il trattamento, è sempre fondamentale analizzare il tipo specifico di unghia di ogni cliente: controlla la stabilità delle unghie naturali, la loro curvatura, la curvatura dell'iponichio e la parte libera dell'unghia e, a seconda delle condizioni, decidi se effettuare l'allungamento con le tips o con le forme.

Tips o Forme?

Tips 1a   Tips 1b

fig.1a                                                        fig.1b

È opportuno utilizzare la tip solo se questa si può adattare all'unghia, ossia quando l'unghia naturale è cresciuta in maniera tale da consentire un adattamento della tip senza che si formino vuoti.
Per prima cosa è fondamentale scegliere la forma adeguata della tip.
Se la curvatura dell'unghia naturale e quella dell'iponichio non sono accentuate, scegli una tip piatta per l'allungamento (vedi fig. 1a).
Se invece la curvatura dell'unghia naturale e dell'iponichio sono estremamente accentuate (vedi fig. 1b) scegli una tip più arcuata.
D'altra parte, scegliere la forma giusta della tip non è tutto, bisogna anche tenere presente che le diverse forme hanno bordi diversi: mentre la tip piatta ha un bordo finale dritto con angoli arrotondati, solitamente la tip arcuata ha un bordo finale ovale.

Per cui le prime difficoltà di adattamento possono verificarsi...
...se ci si trova di fronte ad una curvatura piatta dell'unghia naturale e dell'iponichio e si deve quindi scegliere una tip piatta con un bordo finale dritto, ma allo stesso tempo la parte terminale libera dell'unghia è di forma ovale e non si riesce a portarla ad una forma dritta tramite limatura. In questo caso, durante l'applicazione delle tips si formano dei vuoti ai lati che rendono meno resistente l'allungamento dell'unghia naturale: alla minima sollecitazione la tip si può spezzare.
...se ci si trova di fronte ad una curvatura molto accentuata dell'unghia naturale e dell'iponichio e si deve quindi scegliere una tip estremamente arcuata e con un bordo finale ovale, ma la parte terminale libera dell'unghia naturale è corta e dritta e non si riesce a portarla ad una forma ovale tramite limatura. In questo caso, durante l'applicazione delle tips può succedere che il bordo finale non sia nella posizione giusta e che, nel momento in cui viene incollata all'unghia, la tip scivoli, oppure che durante l'applicazione si formi un vuoto al centro.
Anche in questo modo l'allungamento diventa instabile e rischia di spezzarsi.

Vi sono anche altri casi che possono rendere difficoltosa l'applicazione delle tips, ad esempio quando la curvatura dell'unghia naturale e dell'iponichio non sono identiche.
Supponiamo ad esempio che ci si trovi di fronte ad un'unghia naturale piatta e ad un iponichio estremamente arcuato; in tal caso l'unghia naturale cresce verso l'alto nella parte distale e così si forma una specie di "trampolino".
Per evitare ciò bisognerebbe utilizzare una tip arcuata che modifichi la forma dell'unghia.
Per questo tipo di unghie è possibile anche applicare una forma, ma è più difficile, poiché bisogna ricostruire completamente l'unghia modificandone la forma con il materiale di ricostruzione.
Se invece l'unghia naturale è arcuata e ha un iponichio piatto, può darsi che si abbia di fronte un caso di unghia a cucchiaio.
Di norma questo tipo d'unghia non dovrebbe essere allungata ma solo rinforzata, poiché un allungamento eccessivo potrebbe causare un'onicolisi.
È possibile effettuare un allungamento minimo con una tip arcuata o con una forma, ma solo se la forma a cucchiaio dell'unghia non è troppo accentuata.
Se si effettua l'allungamento di unghie naturali particolarmente dure può accadere che le unghie esercitino sulla tip una pressione tale da causarne la rottura. Per questo, in tal caso, è più opportuno usare delle forme.
Consiglio:
Se non è possibile adattare in maniera ottimale né la tip né la forma bisognerebbe evitare del tutto l'allungamento dell'unghia naturale ed effettuarne solo il rafforzamento.
Ad esempio questo è il caso delle persone affette da onicofagia (vedi fig. 2).

Tips 2  fig.2

La scelta di utilizzare tips o forme può dipendere anche dalle capacità e dalle abilità acquisite nell'utilizzo del materiale di ricostruzione utilizzato.
All'inizio dell'attività la maggior parte dei naildesigner utilizza la tecnica delle lampade UV. In questo caso è possibile effettuare l'allungamento sia con le forme sia con le tips.
Tuttavia, poiché per i principianti spesso è difficile creare una bella curva a C, è consigliabile l'utilizzo delle tips, dal momento che esse vengono prodotte con una curva a C ottimale (vedi fig. 3).
Chi lavora con le forme risparmia tempo durante la ricostruzione, dando prima la forma all'unghia con un gel specifico e infine realizzando la punta french prima di stendere il gloss gel (vedi fig. 4).
Per l'allungamento delle unghie naturali, i professionisti che sanno usare alla perfezione il sistema acrilico e sono in grado di creare delle curve a C di forma perfetta, preferiscono solitamente utilizzare le forme, dal momento che lavorare con le tips richiede molto più tempo.

Tips 3   Tips 4

fig.3                                                        fig.4

La Resistenza

Il grado di resistenza di un allungamento di unghie naturali con le tips dipende soprattutto da quanto è solida la base su cui viene applicata la tip.
Lavorando con le tips in maniera sbagliata può succedere che una ricostruzione delle unghie di per sé impeccabile non tenga bene.

In linea di principio si possono fare i seguenti errori:
• Scegliere una tip con una curvatura che non si adatta alla curvatura dell'unghia naturale della propria cliente.
• Optare per una tip troppo grande o troppo piccola per l'unghia naturale.
• Non preparare in modo adeguato l'unghia naturale all'applicazione della tip (vedi fig. 5).
• Applicare la tip all'unghia naturale in maniera sbagliata, esercitando troppa o troppo poca pressione mentre la s'incolla.
• Non tenere il tagliatip ad un'angolazione di 45° durante l'accorciamento della tip (vedi fig. 6).
• Eseguire male il blending della tip. Durante la fase di preparazione dell'unghia alla ricostruzione successiva applicare anche sulla tip il cleanser e/o il primer.

Tips 5   Tips 6

fig.5                                                       fig.6

La resistenza di un allungamento dell'unghia naturale con le forme è garantita con i seguenti accorgimenti:
• La forma deve essere fissata ai lati e alla parte inferiore dell'unghia in modo che non si formino dei vuoti in cui potrebbe colare il materiale per la ricostruzione (vedi fig. 7).
• Se non si riesce ad applicare perfettamente la forma ad entrambi i lati è possibile allungare prima un lato e poi l'altro.
• Se dovesse succedere che il materiale di ricostruzione si insinua sotto l'unghia, puoi rimuoverlo con la lima elettrica scegliendo la punta adeguata.
• Durante la ricostruzione cerca di mantenere un certo spessore per l'allungamento, e delle linee laterali perfette; le unghie modellate troppo sottili si spezzano facilmente.
• Evita accuratamente di applicare il gel sulla cuticola, cosicché il punto di fissaggio fra forma e unghia sia perfetto.

Tips 7  fig.7

Il Fattore Tempo

Se per una cliente è possibile effettuare l'allungamento delle unghie sia con le tips sia con le forme bisogna considerare il fattore tempo come criterio di scelta.
Decidi dunque con quale metodo d'allungamento riesci a lavorare più velocemente e quindi in maniera più efficiente.
Esempio 1
La tua cliente ha delle unghie molto corte, che non arrivano oltre la punta delle dita, tuttavia le unghie non presentano anomalie, le linee laterali mancano e/o sono non uniformi.
È possibile utilizzare una tip arcuata e un gel monofasico autolevigante.
Per la lavorazione della tip calcoliamo 25 minuti, per il tempo effettivo della ricostruzione 15 minuti.
Grazie all'effetto autolevigante del gel è pressoché inutile eseguire un lavoro di limatura successiva.
Se invece delle tips utilizzi le forme, la lavorazione si allunga di 10-20 minuti, poiché l'applicazione delle forme richiede più tempo ed è inoltre necessario effettuare il lavoro di limatura, dato che non si può lavorare con un gel autolevigante.
Esempio 2
La tua cliente ha delle unghie piatte che arrivano appena oltre la punta delle dita e con delle linee laterali perfette.
In questo caso puoi utilizzare le forme, in quanto è possibile applicarle facilmente e senza che si formino dei vuoti.
In fase di lavorazione delle forme calcoliamo 10 minuti per la limatura, per sgrassare le unghie e per l'applicazione delle forme; 10 minuti per il tempo effettivo di ricostruzione; 10 minuti per la fase di limatura finale e altri 10 minuti per la ricostruzione della punta french e per applicare il gloss gel. Se invece delle forme utilizzi le tips, la fase di limatura per dare la forma all'unghia in modo da adattarla alla tip dura molto più a lungo; inoltre l'unghia dovrebbe essere ricostruita con un gel specifico, che richiede una fase successiva di limatura per dare la forma all'unghia, visto che in questo caso non è possibile lavorare con un gel fluido monofasico.

Come vedi ogni metodo di allungamento presenta vantaggi e svantaggi; una buona naildesigner è in grado di scegliere la tecnica di allungamento più adatta per ciascuna cliente.

grazie a Nicolina Spadaro.

Tags: Tecniche di Base

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO