La sezione tecnica di Nailpro:
metodologie di lavoro, patologie dell’unghia, zoom sui nuovi prodotti.

Lime Elettriche

Lime Elettriche

In molti settori esistono dispositivi che facilitano il lavoro quotidiano; tuttavia, in molti nailstudio, i faticosi e interminabili lavori di limatura vengono eseguiti a mano. 

Per i naildesigner c'è una buona possibilità di ridurre notevolmente il tempo di lavoro e di avere al contempo cura della propria salute: tutto questo, grazie all'utilizzo di una lima elettrica. 

Conosci un sarto professionista che non ha una macchina da cucire e che cuce tutto a mano?
Probabilmente no.
Conosci un naildesigner che esegue lavori di limatura solo a mano?
Probabilmente sì.
Mentre le lime o le frese elettriche fanno parte dell'attrezzatura di base negli studi di pedicure e di podologia, esse sono ancora assenti in molti nailstudio.

Invece di facilitarsi il lavoro molti naildesigner preferiscono passare le ore a lavorare le unghie delle loro clienti con la lima manuale, facendo uno sforzo sovrumano. Gli stessi movimenti, eseguiti giorno dopo giorno e anno dopo anno, prima o poi presentano il conto: contrazioni, dolori alle spalle e alla nuca, tendinite o sindrome del tunnel carpale sono disturbi di cui spesso soffrono i naildesigner.
Eppure non è affatto necessario svolgere tutti i lavori di limatura a mano, poiché tutte le fasi di lavoro possono essere effettuate anche con una lima elettrica, e in maniera più veloce, efficace e precisa.?
L'utilizzo di una lima elettrica presenta numerosi vantaggi: si possono ridurre le spese per i materiali di consumo, perché ci sarà bisogno di meno punte e frese di quanto avviene utilizzando le lime e i buffer tradizionali.
Poiché la limatura con una fresa elettrica è molto più veloce si può risparmiare del prezioso tempo di lavoro, fissare più appuntamenti e aumentare così le possibilità di guadagno.
Inoltre, con l'esercizio e l'esperienza, le unghie che ricostruirai avranno un aspetto migliore, poiché una fresa elettrica consente di avere un maggior controllo e di essere più precisi.
Probabilmente però, il vantaggio maggiore di una lima elettrica sta nel fatto che, utilizzandola, non affatichi le mani e le braccia, diminuisci gli sforzi sulle articolazioni della mano, dei gomiti e delle spalle e puoi così sfruttare più a lungo la tua produttività.
Una volta ammortizzati i costi d'acquisto di una lima elettrica avrai non solo vantaggi dal punto di vista economico, ma anche a livello di salute, dato che il lavoro risulta essere notevolmente più confortevole e meno stressante per le articolazioni.

Trovare gli strumenti giusti

Al momento della scelta di una lima elettrica non guardare solo al prezzo, compra il miglior strumento che ti puoi permettere. Anche se il budget a disposizione consente di comprare solo un modello conveniente per principianti, vale comunque la pena di fare questo investimento.
Successivamente, potrai sempre passare a un modello più avanzato e tenere lo strumento vecchio come sostituto in casi di emergenza.

Nell'acquisto e nella scelta di una lima elettrica adeguata devi tener conto dei seguenti fattori:
Velocità variabile. Un numero di giri regolabile è un criterio fondamentale per le lime elettriche.
La velocità di una lima elettrica viene definita in base al numero di giri al minuto, ossia quante volte la punta gira su se stessa in un minuto. Maggiore è il numero di giri, maggiore è la potenza del motore della lima elettrica.
Un numero elevato di giri è importante per l'efficienza, il funzionamento regolare e la durata della macchina.
Naturalmente una lima elettrica non deve essere utilizzata sempre al numero massimo di giri: un motore che deve lavorare sempre al limite della potenza si guasta molto più velocemente.
Un numero di giri a regolazione continua è importante per avere sempre il controllo. In linea di massima devi lavorare ad un intervallo di regime basso compreso fra i 3.000 e i 5.000 giri al minuto, così è possibile lavorare con precisione.
Per limare le unghie ricostruite in acrilico può andare bene anche una velocità di 12.000 giri al minuto, però solo con una pressione molto bassa.
Poche vibrazioni. Minori sono le vibrazioni di una lima elettrica, maggiore è la precisione con cui si riesce a manovrarla. Inoltre lavorando con strumenti con poche vibrazioni ci si stanca meno.
Maggiore è la potenza del motore, minori sono le probabili vibrazioni. Una lima elettrica dovrebbe avere come minimo un numero di giri, ossia una velocità, pari a 15.000 giri al minuto. Le lime con poche vibrazioni hanno anche il vantaggio di essere notevolmente più silenziose e di non avere effetti troppo negativi sull'ambiente nello studio.
Coppia. La lima elettrica deve essere in grado di effettuare lavori di limatura su acrilico, gel o fibra di vetro senza rallentare o arrestarsi.
Con la punta e con la pressione adeguate la lima non si dovrebbe assolutamente bloccare. Indipendentemente dalla velocità (giri al minuto) la lima dovrebbe avere una coppia elevata.
Con una coppia bassa la velocità diminuisce quanto più è forte la pressione di appoggio, ciò può causare un sovraccarico.
È facile verificare se la parte da impugnare ha abbastanza coppia: se si esercita pressione ad alta velocità sulla punta senza che essa rallenti, allora la lima ha abbastanza coppia.
Rotazione destrorsa/sinistrorsa. Una buona lima elettrica deve poter passare senza problemi da una rotazione destrorsa ad una sinistrorsa e deve essere in grado di lavorare in entrambe le direzioni senza perdere potenza.
Non saranno solo i mancini ad apprezzare tale caratteristica, infatti poter decidere la direzione di rotazione fa sì che si possa controllare dove cadranno i residui della limatura, fattore importante ad esempio nei lavori sul solco ungueale.
Naturalmente bisogna anche tener presente che la punta utilizzata deve essere adattata ad entrambi i sensi di rotazione, il che non è automatico in tutti i modelli.
Punte e parti sostituibili. Sono le lime vere e proprie, le punte che vengono inserite nella parte da impugnare e che iniziano a ruotare.
Evita le frese elettriche che non utilizzano una misura unica e standard del manico, perché in tal modo potresti utilizzare solo le parti di ricambio della specifica marca della tua lima, il che limiterebbe notevolmente la scelta delle punte abrasive.
La maggior parte dei produttori ha deciso di adottare la misura standard usata in ambito dentale, pari a 2,35 mm di diametro di manico. Molte ditte hanno dei set base di punte costituiti da più parti, i quali servono per i più importanti tipi d'utilizzo.
Dimensioni compatte. Nei piccoli studi con problemi di spazio è vantaggioso avere un motore o un'unità di controllo di dimensioni ridotte. Più è piccola la scatola della lima elettrica maggiore è lo spazio che rimane sul tavolo di lavoro per gli altri materiali.
Alcuni strumenti hanno cavi di collegamento extralunghi per la parte da impugnare e possono quindi essere riposti nel cassetto del tavolo lasciando lo spazio libero.
Anche gli strumenti che si azionano con un pedale lasciano libero il tavolo di lavoro. Per i lavori per cui è necessario spostarsi sono ideali le lime portatili a batteria.
Impugnatura ergonomica. Quando la lima elettrica viene utilizzata spesso, è opportuno cercare un modello con un'impugnatura leggera e comoda; infatti, se l'impugnatura non pesa molto, non ci si stanca in fretta durante le giornate di lavoro particolarmente lunghe.
Tuttavia, bisogna tenere presente che, per quanto avere un'impugnatura leggera consenta di lavorare comodamente, le impugnature più pesanti sono di solito più robuste e resistenti.
Prima di decidere quale fresa comprare devi verificare che l'impugnatura sia bilanciata bene: se è più pesante nella parte posteriore, l'articolazione del polso viene sottoposta ad uno stress maggiore, e in caso di utilizzo frequente ciò può causare affaticamento. Inoltre, per lavorare in maniera rilassata è importante che l'impugnatura si adatti a te nella forma e nella grandezza, che non sia né troppo lunga né troppo corta e che sia maneggevole.
La maggior parte delle impugnature sono lunghe circa 12 cm, hanno un diametro compreso fra i 2 e i 3 cm e pesano fra i 100 e i 300 grammi.
Garanzia. In teoria è una cosa ovvia, visto che un periodo minimo di garanzia è obbligatorio per legge. Tuttavia bisognerebbe leggere le clausole stampate a caratteri piccoli.
Quali eccezioni sono previste dalla garanzia?
In quali casi decade la garanzia?
Le eventuali riparazioni o gli eventuali lavori di manutenzione vengono effettuati dal produttore stesso?
Inoltre, quanto durano in media i lavori di manutenzione e di riparazione?
Viene eventualmente dato uno strumento in sostituzione se dovessero insorgere dei problemi durante il periodo coperto dalla garanzia?
Tieni presente che normalmente le parti soggette ad usura non rientrano nella garanzia.
Prezzo. Prima di decidere quale lima elettrica comprare è necessario informarsi bene, provare e confrontare vari strumenti per trovare la lima elettrica adatta alle proprie esigenze.
Poiché molti fattori condizionano la scelta è facile commettere errori. Uno degli errori più comuni che fanno i naildesigner la prima volta che comprano una lima elettrica è di acquistare uno strumento che sia il meno costoso possibile.
Naturalmente il prezzo svolge un ruolo fondamentale nell'acquisto, ed è chiaro anche che molti naildesigner, soprattutto all'inizio della loro carriera, hanno a disposizione un budget limitato.
Molti pensano che per iniziare basti uno strumento economico, visto che poi si può sempre comprare una lima elettrica di qualità migliore. Tuttavia non si devono accettare compromessi nella qualità solo per risparmiare qualche soldo.
Un problema frequente nei modelli a buon mercato è che spesso vibrano di più e sono più difficili da controllare, il che è uno svantaggio soprattutto per chi è alle prime armi nell'utilizzo delle lime elettriche. Per questo motivo è consigliabile che i principianti acquistino il modello migliore che si possono permettere.

Molto importante:
non utilizzare in nessun caso frese per hobbistica o per il bricolage, anche se il prezzo può essere invitante.
Si tratta infatti di prodotti studiati per ambiti di applicazione completamente diversi e che non sono indicati per l'utilizzo sulle unghie delle persone; spesso hanno molta più potenza del necessario e possono causare gravi danni e ferite.
Compra esclusivamente strumenti professionali di alto livello, studiati appositamente per l'utilizzo nel settore della bellezza e lascia perdere quelle che sembrano delle occasioni.
Le lime elettriche ad alta qualità si basano su ideazioni della tecnica medica e non sono dissimili dai trapani dei dentisti. Andresti da un dentista che vuole usare su di te un trapano avvitatore a batteria solo perché meno costoso di un trapano professionale?

Lavorare in sicurezza

Le lime elettriche professionali sono strumenti di lavoro sicuri e precisi e il rischio di ferire le clienti è molto minore rispetto all'utilizzo delle tradizionali lime manuali. Tuttavia è fondamentale che chi utilizza le lime elettriche abbia imparato ad usarle, pertanto una solida formazione tramite corsi frequentati regolarmente è la più importante "misura di sicurezza".
Formazione e aggiornamento. Per sfruttare appieno il potenziale di una lima elettrica e per poter lavorare in maniera sicura ed efficiente è indispensabile una solida formazione.
Quasi tutti i produttori di lime elettriche organizzano corsi di formazione sui loro prodotti. L'ideale sarebbe informarsi, già prima dell'acquisto, sulle date dei relativi corsi, in modo da poter iniziare ad usare il nuovo strumento senza perdere troppo tempo.
Frequenta con regolarità anche corsi d'aggiornamento per essere sempre al corrente delle ultime novità. Igiene.
Le punte, l'impugnatura e l'unità di controllo della lima elettrica devono essere pulite regolarmente e all'occorrenza disinfettate. Così come si deve utilizzare una lima manuale nuova per ogni cliente, è assolutamente necessario usare una punta perfetta dal punto di vista igienico per ciascuna persona che riceve il trattamento. Procurati dunque almeno una serie doppia di punte, in modo che gli strumenti per la fresatura possano essere preparati e disinfettati prima dell'appuntamento successivo.
Pulisci regolarmente anche l'impugnatura e l'unità di controllo.
Pressione. La pressione giusta svolge un ruolo fondamentale.
Non lavorare mai con troppa pressione altrimenti corri il rischio di limare l'unghia naturale; allo stesso tempo esercitare troppo poca pressione non serve a niente.
È questione di esercizio e ci vuole un certo periodo di tempo per acquisire sensibilità e capire qual è la pressione adeguata, tanto più che essa varia anche in base alla velocità e alle varie parti sostituibili utilizzate.
Ti consigliamo di esercitarti prima su delle tips o sulle tue unghie, ad esempio provando ad asportare lo smalto limando con cautela.
Angolo. Tieni sempre le punte in posizione parallela all'unghia e mai inclinate ad angolo, altrimenti è molto facile che l'unghia naturale si rompa. Lavorerai in maniera più sicura e confortevole se non adatti sempre l'impugnatura alla posizione dell'unghia ma se fai il contrario. Tieni ferma l'impugnatura in una posizione parallela al tavolo, mettendo l'unghia nella posizione che desideri.
Assortimento di punte. Ci sono punte che sono adatte per ogni tipo d'utilizzo.
Le parti sostituibili delle frese sono disponibili in varie forme, dimensioni, gradi di abrasività e materiali. Poiché i singoli modelli delle punte sono solitamente studiati per applicazioni specifiche è meglio che tu chieda al produttore quale punta è adatta per che cosa.
Orientativamente: le punte diamante si utilizzano per lavori su unghie naturali e per rimuovere o levigare le cuticole spesse. Questo tipo di punta si utilizza anche per la pedicure, per limare gli incallimenti molto duri, ad esempio sui talloni.
Le punte di metallo duro sono ottimali per lavorare le unghie artificiali; per via della loro dentellatura affilata che taglia il materiale di ricostruzione non devono essere utilizzate sulle unghie naturali.
Le punte al silicone opacizzano la superficie dell'unghia naturale e le lime in camoscio lucidano alla perfezione le unghie.
I rivestimenti in carta vetrata sono dello stesso materiale delle lime tradizionali manuali e sono disponibili negli stessi livelli di abrasività. Sono indicati per essere utilizzati una sola volta.
Oltre al materiale della punta anche la forma e la grandezza ne determinano l'utilizzo.
I cilindri sono adatti a rimuovere velocemente il materiale della ricostruzione, i coni a limare i punti di passaggio, i coni piccoli e appuntiti sono idonei per lavori di precisione su punti difficili da raggiungere, ad esempio il solco ungueale. Inoltre ci sono le punte sferiche, ad esempio per l'applicazione di strass in lavori di ricostruzione, e le punte a ruota per i lavori di nailart.

È possibile lavorare in maniera efficiente e sicura solo se le punte sono in condizioni perfette.
Ricordati che le punte, pur durando a lungo, col tempo si logorano. Sostituisci le punte logorate con delle nuove ma evita di usare punte a buon mercato e non standard.
Un diametro eccessivo del manico rovina il meccanismo dell'impugnatura, inoltre le punte squilibrate causano vibrazioni, logorando più velocemente i supporti e, a lungo andare, danneggiando il motore.
Velocità.
Uno dei vantaggi delle lime elettriche è la velocità, e il conseguente risparmio di tempo di lavoro prezioso. Tuttavia, una velocità eccessiva va a discapito della sicurezza e della precisione e in alcuni casi può essere fastidiosa per le clienti.
Non lavorare a un numero troppo elevato di giri solo per risparmiare un paio di minuti, regola la velocità su un numero di giri compreso fra valori bassi e medi, anche se lo strumento ha molta più potenza.
Per la maggior parte dei lavori è indicata una velocità di 5.000 giri al minuto.
Tuttavia è opportuno evitare anche un numero troppo basso di giri, infatti, ad una velocità bassa, è necessaria una maggiore pressione per livellare in maniera efficiente il materiale, il che porta ad un maggior calore prodotto dall'attrito.
Surriscaldamento. Mentre lavori fai assolutamente attenzione al calore che si forma sulle unghie; a tal proposito, è importante sapere qual è il rapporto fra numero di giri, pressione e calore di attrito.
Ad alta velocità, ossia ad un numero elevato di giri, e con una forte pressione, si forma molto calore di attrito, il che può diventare fastidioso per le clienti, soprattutto se si lima a lungo nello stesso punto (del resto, la stessa cosa vale per l'utilizzo di una lima manuale tradizionale).
Lavora il più possibile ad un basso numero di giri e non tenere troppo tempo la punta in una stessa zona, altrimenti finirai per limare l'unghia naturale.
Lavora sempre in maniera uniforme e in modo spedito su tutta la superficie; se a un numero basso di giri si forma troppo calore devi aumentare la velocità e lavorare con meno pressione.
Bisogna prestare particolare attenzione nel caso dei rivestimenti in carta vetrata, poiché essi si surriscaldano molto velocemente. Ogni due secondi circa, stacca la punta dall'unghia per evitare che si formi troppo calore.
Con l'esercizio e l'esperienza s'impara a trovare il giusto numero di giri e la giusta pressione.
Consiglio extra per chi ha i capelli lunghi: se lavori con la fresa non dimenticare di legarti i capelli! Non saresti la prima a rimetterci qualche ciocca rimasta impigliata nella punta, inoltre è meglio evitare di portare collane molto lunghe.

Manutenzione dell'utensile

La manutenzione professionale o la riparazione di una lima elettrica dovrebbe ovviamente essere di competenza del produttore, tuttavia per garantire una lunga durata della lima elettrica bisogna attenersi ad un paio di semplici regole.
Lo strumento deve essere pulito regolarmente, e i residui che si formano durante la limatura devono essere rimossi. Per pulire bene anche le fessure per l'aria procurati un semplice spray ad aria compressa in grado di rimuovere le particelle di sporcizia dai punti che si riescono a raggiungere a fatica.
Se la lima elettrica è dotata di un sistema integrato di aspirazione della polvere, all'occorrenza, ovvero dopo un certo periodo di tempo, devi cambiare i filtri.
Inoltre, per far sì che la tua lima elettrica rimanga efficiente il più possibile, rispetta le seguenti regole:
• Maneggia l'impugnatura con cautela ed evita il più possibile che la lima cada. Le cadute o le forti vibrazioni possono danneggiarla.
• Non tirare con troppa forza il cavo di collegamento dell'impugnatura e del motore ed evita di piegarlo o di annodarlo, ciò può causare la rottura del cavo o un corto circuito.
• Dopo la disinfezione e la pulizia delle punte, queste ultime dovrebbero avere abbastanza tempo per asciugarsi.
Non inserire mai delle punte umide nella lima elettrica, l'umidità può causare la corrosione dello strumento e dunque danneggiarlo.
• Non utilizzare mai accessori piegati o danneggiati in altro modo.

La durata della tua lima elettrica dipende dalla frequenza e dall'intensità di utilizzo. Naturalmente, un utilizzo intenso con il passar del tempo comporta alcune conseguenze.
Dopo due anni dovresti inviare la tua lima elettrica al produttore per sottoporla a controlli e ai lavori di manutenzione. È preferibile occuparsi di ciò durante le ferie, quando non devi necessariamente utilizzare lo strumento.
I dispositivi di buona qualità, tenuti bene e sottoposti regolarmente a manutenzione possono durare anche per più di 10 anni.

grazie a Nancy King, Jodi Mills.

Tags: Tecniche di Base

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO