La sezione tecnica di Nailpro:
metodologie di lavoro, patologie dell’unghia, zoom sui nuovi prodotti.

La Lunga Estate delle Unghie

La Lunga Estate delle Unghie

In estate le tue clienti si godono le vacanze e si rilassano al sole. Ma per te probabilmente ci sarà un gran da fare... Cloro, salsedine, creme solari, umidità o estrema aridità dell'aria mettono infatti a dura prova le unghie.

Scopri quali sono i problemi più diffusi durante la stagione estiva e come affrontarli efficacemente.

Estate tempo di bagni! Il contatto frequente con l'acqua può provocare problemi già alle unghie naturali, tanto più a quelle artificiali.
Nei mesi estivi è facile incorrere in infezioni da batteri pseudomonas, agenti patogeni che provocano una colorazione verdastra dell'unghia, detta anche "verderame". Le più colpite sono le donne che hanno unghie artificiali e frequentano spesso le piscine o vanno al mare.
Se una delle loro unghie artificiali si spezza o si distacca, spesso ricorrono all'apposita colla per salvare la situazione fino al successivo appuntamento in studio.

Per allora però è facile che, a causa dei batteri contenuti nell'acqua, si sia formata un'infezione che provoca un colore verdastro. Visto che, per riprodursi, i batteri hanno bisogno di un ambiente umido, essi diventano un problema solo di rado per le unghie naturali, a meno che l'unghia non sia indebolita o si sollevi dal letto ungueale. Ma gli allungamenti che si sollevano, si spezzano o s'incrinano per la sollecitazione del materiale sono un bersaglio perfetto per l'attacco dei batteri.
È possibile però prevenire l'infestazione già in fase di ricostruzione. Una preparazione ottimale in questo caso è decisiva.
Anche se per il monomero che hai scelto non è indispensabile usare un primer, tuttavia è buona norma applicarne uno o due strati. Eseguire la ricostruzione con un letto ungueale ben disidratato aumenta le possibilità di evitare un'infezione da batteri pseudomonas.

Le insidie della Colla

Al mare o in piscina le unghie sono esposte continuamente alla salsedine o al cloro, e nessuno dei due fa del bene alle unghie!
Jodi Mills, ex-caporedattrice di Nailpro Usa, racconta in merito un aneddoto divertente:
"Durante la mia luna di miele alle Hawaii mi sono tuffata nella piscina dell'hotel e, quando sono riemersa, tutte le mie unghie galleggiavano attorno a me...".
Le unghie di Jodi erano state fissate con una colla apposita che però ha la tendenza, dopo ripetuti contatti con l'acqua, a perdere adesività.
Se devi applicare le tips a clienti in procinto di partire per le vacanze, usa piuttosto una pallina di acrilico per fissarle saldamente alle unghie.

Smalto che si Distacca

Lo smalto per le unghie è altrettanto sensibile all'acqua, a contatto della quale può staccarsi.
L'acqua del mare o della piscina fa in parte gonfiare le unghie, proprio come quando esse vengono messe in ammollo per fare la manicure, motivo per cui lo smalto applicato sulle unghie appena trattate si stacca rapidamente.
Lo smalto non è molto flessibile, per questo si solleva e si scheggia appena l'unghia si asciuga completamente e riprende la sua forma originaria. Usa piuttosto un gel colorato o una miscela di acrilico colorato in alternativa allo smalto, entrambi più resistenti al contatto con l'acqua.
Alle clienti che trascorrono le vacanze al mare e quindi camminano nella sabbia, è consigliabile applicare uno strato sottile di gel colorato sulle unghie dei piedi, invece dello smalto.
La sabbia danneggia lo smalto, il gel o l'acrilico sono più resistenti e la tua cliente avrà bisogno solo di uno o due ritocchi per l'intera estate.
Nel caso la cliente dovesse preferire comunque lo smalto, consigliale di conservarlo in un luogo fresco e buio, meglio ancora se in frigorifero.
Dovrebbe inoltre evitare di applicarlo in un luogo caldo e soleggiato, altrimenti la lacca diventa subito densa e asciuga male.

Filtri solari & Co. ?

Oltre alla colorazione verdastra, di cui abbiamo parlato, in estate le unghie possono assumere anche una colorazione gialla, conseguenza in genere della reazione del top coat ai raggi UV del sole.
Clienti poco informate attribuiscono a qualsiasi causa possibile la colpa del cambiamento di colore delle loro unghie, dalle alghe alla luce del sole. Il vero motivo per cui queste tendono ad ingiallire è però il top coat, quando non contiene degli speciali filtri solari.
"Il problema principale che hanno le turiste quando vengono qui in vacanza è il sole, che fa ingiallire il top coat", afferma Karen Hodges, proprietaria dello studio Morning Glory di Key West, in Florida.
"Spesso sento dire: 'Vede come il cloro o l'acqua del mare hanno fatto ingiallire le mie unghie?' Quando in realtà il colore delle unghie è stato scurito dal sole attraverso il top coat".
Il consiglio di Karen: "Se la tua cliente passa molto tempo al sole, usa sulle sue unghie un top coat con filtro solare per evitare che esse ingialliscano, e vendile un flaconcino extra da usare a casa".
Bisogna fare attenzione anche alle creme solari.
Un problema frequente nell'esposizione al sole è il conflitto chimico fra il top coat con filtro solare e la lozione sunblock: infatti, quando i due prodotti entrano in contatto il top coat diventa gommoso.
Quindi, è meglio evitare il contatto diretto con le lozioni, facendosele ad esempio spalmare da qualcuno.

Blu - Cloro

Se le tue clienti frequentano piscine private, la concentrazione del cloro, del bromo e dei prodotti anti-alghe sarà piuttosto limitata, perché i proprietari, potendo stabilire da soli le dosi, rinunciano ad un uso massiccio di prodotti chimici.
Nelle strutture pubbliche però la quantità prescritta per motivi igienici è così alta che già a bordo piscina si può sentire un forte odore di cloro, il che significa che immergendosi si sarà esposti ad un'altissima concentrazione di agenti chimici che danneggiano capelli e unghie. Alcune soluzioni molto concentrate di cloro possono far virare i capelli biondi al verde, e le unghie al blu.
Un'altra ragione alla base di un cambiamento di colore è la lenta corrosione della struttura della piscina a causa dell'azione delle sostanze chimiche acide. Il metallo corroso, generalmente rame, si mescola con l'acqua e aggredisce la cheratina dei capelli e delle unghie. Fortunatamente le variazioni di colore sono solo temporanee e ci sono moltissimi prodotti professionali che rimuovono le macchie verdastre dai capelli. I decoloranti agiscono invece contro le macchie blu sulle unghie.
Non esitare perciò a vendere i prodotti adatti alle clienti che vanno spesso in piscina.

Via libera allo Sport

I mesi caldi consentono di svolgere tante attività che in inverno non sono possibili e molti dei piccoli e grandi problemi con cui ti devi confrontare in estate sono legati proprio a questo.
Qui entrano in gioco le tue schede cliente: ogni volta che viene da te una nuova cliente e prepari la sua scheda, chiedile dei suoi hobby. Se pratica molto sport, potrai adattare meglio i tuoi servizi alle sue esigenze. Ad esempio potrai consigliarle unghie più corte per l'estate, o potrai eseguire la ricostruzione in maniera un po' più spessa e usare un po' più materiale per il punto di stress, per evitare un'eventuale rottura.
Sii ben preparata per tutti i tipici problemi estivi e le tue clienti potranno godere della bella stagione dalla punta delle dita fino a quella dei piedi.
Clienti soddisfatte torneranno da te abbronzatissime e sorridenti!

Tutto il necessario per la cura delle unghie in vacanza di Alexandra Lange, Ileana Schnell

Perché le unghie delle tue clienti siano curatissime anche in vacanza, puoi consigliare loro alcuni prodotti che non dovrebbero mai mancare nel beauty-case ideale:

• Set "pronto-soccorso" per unghie artificiali con colla, tips e lime
• Cerotti riparatori per unghie naturali
• Smalto trasparente, per proteggere la superficie delle unghie
• Antimicotici per non lasciare scampo ad infezioni fungine
• Smalto e solvente senza acetone
• Penna ammorbidente per la zona cuticolare e tronchesino per la rimozione delle cuticole
• Peeling, maschera e crema per le mani
• Lime speciali per la lucidatura e la sigillatura delle unghie naturali

Prova anche tu: Maschere fatte in casa

Vuoi preparare una maschera levigante?
Prova il formaggio quark arricchito con olio di germe di grano o di avocado.
Oppure un impacco nutriente?
Prendi del germe di grano e dei semi di girasole macinati, un cucchiaino da tè di miele, una punta di succo di limone fresco e mescola tutto con dell'olio di mandorla leggermente riscaldato.
Stendine uno strato spesso sulle mani e lascia agire per 30 minuti.
Altra idea più semplice ma altrettanto efficace: applica uno strato spesso di crema sul dorso delle mani, indossa dei guanti di cotone e lascia agire il più a lungo possibile, possibilmente tutta la notte.
Consiglio utile: prima dell'applicazione della maschera non dimenticare di eseguire il peeling, affinché i principi contenuti siano assorbiti meglio ed agiscano in profondità.

Christine Hagl, Ileana Schnell.

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO