Su ogni numero un Focus su un tema specifico,
con consigli dei tecnici, approfondimenti e vetrine prodotto.

Il Tuo Nuovo Centro Nail: Un Nome, Una Garanzia

Un Nome, Una Garanzia

Un po' come accade per un figlio in arrivo, la scelta del nome per l'attività che ci si appresta ad aprire è fatta di infinite valutazioni e drastici ripensamenti. Ideare un nome che dica qualcosa di te, sappia incuriosire e sia anche semplice da memorizzare richiede un po' di attenzione e di fantasia, ma non è un'impresa impossibile. Prima di iniziare a compilare un elenco di nomi a casaccio e a lanciare sondaggi d'opinione tra amici e parenti, dai un'occhiata ai nostri consigli.

PRIMA REGOLA: LA COERENZA
Per prima cosa, dovresti riflettere sulla filosofia del tuo centro e sullo stile che incarnerà: elegante e lussuoso, o amichevole e informale? Il nome, come l'arredamento, deve riflettere in qualche modo le caratteristiche del centro e di chi ci lavora.
Termini come "bottega" o "angolo", ad esempio, evocano l'idea di un luogo intimo e raccolto. È un tipo di nome perfetto per un grazioso centro di piccole dimensioni: battezzarlo "La Bottega delle Unghie" o "L'Angolo della Manicure" è un modo intelligente di sfruttare a tuo vantaggio i pochi metri quadri a disposizione, trasformando il tuo centro minuscolo in un'irresistibile "bomboniera". Appellativi come "boutique" o "atelier" evocano invece un concetto di "lusso", ereditato dal mondo della moda a cui fanno riferimento. Puoi optare per varianti di questo tipo se lo stile del tuo futuro centro sarà fortemente orientato all'esclusività: da un centro con un nome del genere, una potenziale cliente si aspetta spazi eleganti e ricercati, prodotti e servizi premium. È un nome che può attrarre una clientela con alta capacità di spesa, a patto che l'offerta sia adeguata alle promesse. 
Se si desidera che il nome del centro esalti la bravura tecnica delle operatrici si può puntare invece su un nome che evochi il concetto di "lavoro" o, meglio, di "laboriosità", ad esempio "L'Officina (o Il Laboratorio) della NailArt". Nomi di questo tipo fanno immediatamente pensare a un luogo dove regnano sovrane la creatività, la voglia di sperimentare e, soprattutto, la perfezione del risultato. 
La domanda delle domande: è proprio necessario che il nome  del centro contenga la parola "Nail", o "Unghie", o "Nailart"? Ovviamente non esiste una regola generale, ma inserire questi elementi nel nome permette alla potenziale cliente di capire fin da subito che tipo di servizi vengono offerti in quel centro e a distinguerlo, ad esempio, da una profumeria o da un salone di parrucchieri.   

NOMI, FIORI, COLORI, CITTÀ
Non è raro che la titolare di un centro decida di attribuirgli il proprio nome di battesimo: in linea generale, un "Nailstudio Sabrina" o un "Nails by Erica" sono nomi facili da ricordare e, soprattutto, creano un'istantanea sensazione di familiarità nella potenziale clientela di passaggio. Chiamare il centro con il proprio nome (o diminutivo, o soprannome, purché facili da memorizzare) è una buona idea soprattutto quando si lavora da sole; è meno efficace se invece si vuole puntare sull'idea di "lavoro di squadra". Se il centro nasce dalla società tra due colleghe, una buona alternativa potrebbe essere quella di "fondere" i loro due nomi in modo creativo e originale, combinando ad esempio le iniziali di uno e le lettere finali dell'altro. 
La brand identity del centro può essere raccontata in molti modi attraverso il suo nome, magari prendendo in prestito e reinterpretando il titolo di un film ("Manicure da Tiffany"), il nome di un fiore ("Ninfea Nails"), di un colore ("Smalto Rosso") o di un personaggio della cultura pop ("Le Unghie di Marilyn"). A patto, ovviamente, che si sposino con lo stile e la filosofia del centro. Le più creative possono provare anche a inventare neologismi o giochi di parole ("Manicute", "Unghielleria") o a rielaborare formule più o meno famose ("Lima & Pennello"): far sorridere la cliente è un modo infallibile per farsi ricordare da lei.

Vuoi qualche spunto in più? Continua a leggere a pagina 32 di Nailpro.

 

In questo Focus trovi anche:

- La Parola alle Titolari, quattro domande ad Angela Gagliardi, Eleonora Bortoletto, Isotta Ognibene e Letizia Trivilini.

Affittasi, come affrontare la corsa al locale perfetto senza inciampare in ostacoli economici e burocratici.

Le Regole del Coinvolgimento, nove utili linee guida da seguire nella tua quotidiana attività lavorativa per trasformare il successo online in incassi concreti.

Tags: Focus: Il Tuo Nuovo Centro Nail

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO