"I Dossier di nailpro.it
ogni mese, per tutto il mese, una raccolta di
articoli focalizzati su un tema particolare

Rinnovare Senza Pensieri

Rinnovare Senza Pensieri

Studiare un intervento sugli interni e sull’arredamento del tuo centro è di sicuro aiuto per mantenere il tuo business competitivo.
Sconti, promozioni e un’attiva campagna di marketing faranno sì che più clienti varchino la porta del tuo centro, ma un allestimento datato e consunto potrebbe far scappare subito alcuni di loro. 

In un settore tanto competitivo come quello della bellezza, l’aspetto estetico di un salone è decisivo affinché esso possa distinguersi dalla massa. Se la prima impressione che arriva alla clientela è quella di un centro “vecchiotto”, quello che si penserà dei titolari e dei tecnici è che non sono al passo con le ultime novità e tendenze del mercato. I clienti dubiteranno sulle capacità gestionali e tecniche delle persone che vi lavorano. Uno aspetto moderno e accattivante, al contrario, è un ottimo punto a favore di qualsiasi attività.
Il tuo successo potrebbe essere proprio a portata di mano, qualche intervento di ristrutturazione e il gioco è fatto!

"I proprietari di saloni stanno cominciando a voler creare un ambiente più personale e più legato al teriitorio in cui il negozio è situato."

Boutique Hotel

Hand & Foot Spa 2 Se il tuo obiettivo è colpire la tua clientela con un intervento alla moda, ispirati alla tendenza dettata dai cosiddetti boutique hotel, o design hotel, caratterizzati da un ambiente non convenzionale e intimo. Michele Pelafas, interior designer, vede questa tendenza svilupparsi da queste strutture ai saloni di bellezza: come i boutique hotel, i centri più nuovi sono arredati in base a un tema o uno stile particolare, e offrono alla clientela servizi personalizzati. “I proprietari di saloni stanno cominciando a voler creare un ambiente più personale e più legato al territorio in cui il negozio è situato,” spiega Pelafas. Un salone di New York avrà un aspetto molto diverso rispetto a uno situato in Idaho, ad esempio; lo spazio dovrebbe sempre riflettere le persone che lo occupano. Prima di pianificare qualsiasi intervento di rinnovo, studia i tuoi clienti e lasciati ispirare da ciò che più piace a loro. Se la maggioranza ti chiede sofisticate nailart, adotta scelte coraggiose scegliendo colori vivaci, superfici decorate e disegni geometrici.
Hand & Foot Spa 3 Poiché sappiamo che molti clienti vedono il centro come un rifugio quieto dalle loro vite frenetiche, il tuo spazio dovrebbe sempre trasmettere una sensazione di relax, armonia, calore, e connotato da un sapore e una personalità precisi. Secondo Dieter Cartwright e Jonathan McElroy, soci presso lo studio di design Warren Red, la tendenza per l’arredament d’interni dei centri estetici si discosterà sempre più da quelle ambientazioni tipo spazi commerciali o asettiche, quasi da cliniche mediche, per abbracciare uno stile più accogliente e su misura. Talvolta, pochi accorgimenti mirati fanno la differenza. Prova ad esempio a sostituire le superfici in muratura, come il desk reception, con una struttura mobile. Alcune opere d’arte, siano esse oli o stampe in bianco e nero, doneranno un tocco di carattere. Scegli poi gli elementi tipici del tuo centro, come le poltrone per pedicure, con un design coerente al resto dell’arredamento. Pelafas sottolinea, “Notiamo una tendenza per quanto riguarda le poltrone per pedicure che devono essere a parete, confortevoli, lussuose, e che diano carattere al look complessivo del negozio. I tessuti devono essere morbidi e confortevoli al tatto.

Hand & Foot Spa 4  "Pubblicizza la riapertura del tuo centro sui giornali locali, sul sito e attraverso i canali social per creare nuovo interesse e acquisire nuova potenziale clientela."

La Luce, Prima di Tutto
Il più importante intervento di ristrutturazione nel tuo centro non è la nuova tinta delle pareti o le poltrone per pedicure più innovative, ma l’illuminazione, in grado di trasformare il più oscuro spazio in un ambiente accogliente e comodo.
Un salone ben illuminato esalta il lavoro del nailartist, attrae l’attenzione sulla merce esposta e aggiunge carattere e individualità agli spazi. Le luci a soffitto forniscono una fonte luminosa generale, ma più punti luce disposti strategicamente valorizzano al massimo l’ambiente. In fase di progettazione di un nuovo centro, Pelafas dettaglia quali e quanti punti luminosi (se pendenti, a parete, candelabri) sono necessari, insieme naturalmente alle lampade da tavolo per ciascuna postazione di lavoro. Per incrementare le vendite, il banco reception merita un’illuminazione tutta sua: “Scegli dei faretti alogeni orientabili, che risaltino i display prodotti e le collezioni smalti.”

Body & Soul 2 Il tipo di lampadina scelta è importante quanto il posizionamento della stessa. Alcuni bulbi hanno una tonalità di colore fredda, non adatta a un salone di bellezza perché altera i colori degli smalti e la tonalità della pelle della clientela. Rifornisciti invece di bulbi “bianco caldo” con una temperatura di colore tra i 3.200 e i 3.500 K. L’illuminazione fluorescente e led potrebbe essere un po’ più cara in fase d’acquisto ma ti permetterà di risparmiare sul lungo termine. Le lampadine led sono energicamente più efficienti e durano molto più a lungo rispetto a quelle tradizionali.

No Agli Sprechi
Un’illuminazione ben studiata è il primo passo verso un intervento di rinnovo più radicale, che non deve però necessariamente costarti una fortuna. La chiave per non sforare il budget è spendere solo per le opere davvero necessarie. “Comincia da un’analisi oggettiva dello stato del centro,” suggerisce Chuck Taylor, direttore lavori per l’impresa Englewood Construction, “e stabilisci che cosa può essere salvato, e cosa no. Ad esempio, le postazioni di lavoro devono essere sostituite o possono, con qualche aggiustamento, essere mantenute?” Difficilmente un centro ha bisogno di essere rifatto da capo a piedi, perlopiù alcuni accorgimenti funzionali sono sufficienti per dare nuova vita all’ambiente. Ad esempio, se gli armadietti sono vecchi, puoi sostituire solo le ante, conservando le strutture. Se invece il tuo centro ha bisogno d’interventi più radicali, una pianificazione attenta diventa fondamentale. Innanzitutto, stila una lista delle opere che ritieni siano necessarie, dalle più importanti fino ai dettagli. Poi, stima il budget su cui pensi di poter contare. La pianificazione, spiega Taylor, “ti permette di conoscere a priori tutti i costi che ti troverai ad affrontare in corso d’opera.” Nella fase di stima del budget, riserva sempre un consistente cassetto di sicurezza. Problemi imprevisti spesso si celano dietro le pareti o sotto i pavimenti, e dovrai ricorrere a questi fondi per far fronte a spese impreviste, ma necessarie.

Durante i lavori di ristrutturazione non c’è niente di più facile che trovarsi a superare il budget previsto. Per ridurre le spese alla base, rinuncia all’opera d’idraulici ed elettricisti mantenendo pareti, impianto elettrico e idraulico inalterati (salvo alcuni lavori strettamente necessari).
Body & Soul 1 Avere le idee chiare fin da subito aiuta a risparmiare: scegliere ad esempio con anticipo il colore per pavimento e pareti dà il tempo necessario all’impresa per ordinare il materiale. Inoltre, disporre di tutti i materiali da subito fa sì che i lavori procedano senza intoppi o ritardi. “Non c’è niente di peggio, se si vogliono controllare i costi,” afferma Taylor, “che cambiare idea e ricominciare un progetto da capo.
Fai molta attenzione anche alla scelta delle finiture, che possono mettere in crisi qualsiasi portafoglio. Fortunatamente oggi esistono alternative più economiche ma comunque valide ai materiali di pregio. Ci sono mattonelle di porcellana che riproducono l’effetto marmo, pavimenti in vinile che possono essere facilmente scambiati per legno, e pietre sintetiche quasi identiche a quelle reali. Optare per alcune scelte più economiche, ma sempre gradevoli esteticamente, ti aiuterà a contenere i costi. Se invece preferisci l’opzione più costosa, pensa a utilizzarla non su tutta la superficie ma concentrandoti su un solo punto. Ad esempio, se scegli una carta da parati, usala solo su una parete, per creare un effetto a contrasto. Riserva la finiture di pregio dove sai che queste faranno la differenza, ad esempio sulle pareti d’ingresso o come elemento di spicco su una certa struttura architettonica.

"Stabilisci che cosa del tuo arredamento può essere salvato e cosa no. Ad esempio, le postazioni di lavoro possono, con qualche aggiustamento, essere mantenute?"

Mario Tricoci Nail Area Quando Rinnovare
Avendo investito molto nella ristrutturazione, avrai presto bisogno di un flusso di denaro in entrata per ribilanciare i tuoi conti. Per quanto tempo i tuoi clienti vedranno l’insegna fuori dalla tua porta “Lavori in corso, ci scusiamo per il disagio”? La risposta varia da salone a salone ma, secondo le stime di Taylor, una ristrutturazione correttamente pianificata di un centro dalla superficie di circa 100 mq dovrebbe essere completata entro due / tre settimane. Alcuni lavori richiedono più tempo di altri. La tinteggiatura viene eseguita in pochi giorni, mentre l’applicazione di carta da parati richiede una settimana o più. Una luce viene sostituita in un’ora, ma un pavimento di piastrelle viene completato in più settimane. Prendi accordi con l’impresa per una stima delle tempistiche di 

Mario Tricoci Pedicure 2 lavoro realistica, e comunica ai clienti la presunta data di riapertura, che celebrerai con una grande festa.
I lavori sono completati, ora è il momento di mostrare il risultato a tutti. Organizza una festa di riapertura, donando biglietti d’invito e buoni sconto anche a tutte le persone che sono state coinvolte durante i lavori di rinnovo. Pubblicizza la riapertura del tuo centro sui giornali locali, sul tuo sito e attraverso i canali social per creare nuovo interesse e acquisire nuova potenziale clientela. Chiunque metterà piede nel tuo centro dovrà essere felice di averlo fatto, e non se ne andrà più tanto facilmente come prima.

Attenzione alle Imprese
Le imprese di costruzione dovrebbero anticipare e risolvere i problemi, ma non tutte sono all’altezza della situazione. Proprio come non faresti lavorare una tecnica inesperta sulle unghie delle tue clienti, così non affidare le chiavi del tuo negozio a dei non professionisti. Prima di cominciare, incontra più imprese, facendoti fare dei preventivi, e informati sulle loro specializzazioni, sulle loro procedure di lavoro, e di smaltimento del materiale una volta terminati i lavori. Raccogli opinioni di chi ha avuto a che fare con loro, e incontra i responsabili al telefono o di persona. E firma sempre un contratto; se qualcosa va storto, un contratto legalmente vincolante ti può salvare da un mucchio di problemi finanziari.

Amy White
Dicembre 2017


Leggi gli altri articoli del Dossier: 

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO